Home Optometrista

L'optometrista: chi e'

L'etimologia della parola optometria indica chiaramente che l'Optometrista è "colui che misura" le capacità ottiche e quindi visive di chi si sottopone alle sue attenzioni. La sua è quindi una professione che rientra nel settore della Fisica Ottica e ne sfrutta i principi e le leggi, ma – essendone la vista oggetto di studio ed osservazione – questa abbraccia e contribuisce a risolvere anche le problematiche conseguenti ad una più o meno corretta visione. Quindi l'Ottico Optometrista deve anche saper individuare le correlazioni tra i problemi visivi e le loro ripercussioni biologiche, fisiologiche e spesso anche psicologiche. E' noto infatti che la percezione distorta della realtà - a qualsiasi livello – può portare ad adattamenti e comportamenti anomali e comunque rischiosi e nocivi per il regolare e sereno svolgimento delle attività nella vita di ognuno di noi, con conseguenti disagi che possono solo peggiorare se le cause non vengono individuate e corrette. Non è quindi più "solo" misura della miopia e correzione tramite lenti apposite, ma anche e soprattutto studio e diagnosi e terapie al fine di individuare e prevenire disagi sia fisici che sociali nel paziente. Per questo oggi l'Optometrista è la figura professionale sanitaria che ha responsabilità sui più svariati settori: dalle capacità di lettura e disturbi specifici di apprendimento negli studenti alla velocità di reazione negli atleti e per le attività sportive in genere, dalle prestazioni nei lavori e nelle professioni al recupero post operativo e/o traumatico, dal giusto equilibrio tra cura dell'estetica ed ausili per ipovedenti fino alla consulenza tecnica complementare a quella medica.

Una visita optometrica accurata individua, quando possibile e necessario, la giusta terapia visiva che nella maggior parte dei casi può anche evitare il ricorso a farmaci o interventi.